LA NUOVA GERUSALEMME
Qui si costruisce la NUOVA GERUSALEMME grazie al SECONDO TESTIMONE e UNTO, GESU' vi aveva avvisati del mio arrivo ovvero l'arrivo del FIGLIO dell'UOMO, Gesù stesso ha detto che non lo vedete mai più da Giovanni 16,10 "LA GIUSTIZIA" da cui leggiamo ( 10La giustizia sta dalla mia parte, perché torno al Padre e non mi vedrete più.) Lui stesso manda lo Spirito Santo che è il VERO Figlio dell' Uomo . Il vero Figlio dell' Uomo è descritto in Apocalisse 1, 12 ecc.. Io uso la Bibbia Interconfessionale, diversamente cito altri testi. >>> Pace e Bene dal Figlio dell'Uomo <<<
 
Previous page | 1 | Next page

13) Le eccezioni per il controllo degli errori di programma try catch e throw

Last Update: 8/27/2016 12:16 AM
Author
Vote | Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 257
Post: 246
Registered in: 3/2/2016
Registered in: 3/3/2016
Gender: Male
8/27/2016 12:16 AM
 
Quote

Gestione degli errori controllati da try throw catch e altre funzioni che fa parte dell' header
 


La parola try già l’ abbiamo usata nel capitolo 9 dentro il testo Pdf, oppure dentro il forum con il messaggio 9 , ora vedremo meglio di che cosa si tratta intanto la sintassi è:


try { blocco try}


catch(tipo1 argomenti ) {blocco catch} catch(tipo2 argomenti) {blocco catch} ecc… catch(tipoX argomenti ) { blocco catch}


La vera eccezione la lancia throw eccezione ; dove possiamo dire che è uguale all’ istruzione return di una funzione dove ci restituisce un risultato, invece throw ci restituisce un errore , infatti per eccezioni si intende un errore, oppure throw è simile alla istruzione goto perché ci manda verso la funzione catch, cosi salta tutto quello che arriva dopo l’ eccezione, nel caso che l’ errore non è intercettato il programma segue il normale flusso, l’ eccezione è un tipo di dato che può essere int, char double , l’ eccezione di throw viene poi gestita o catturata da catch (tipo_gestione ) { descrizione tipo errore } throw deve essere eseguita dentro un blocco try questo viene fatto con chiamata diretta oppure indiretta tramite funzioni , l’ importante che sia prima del relativo catch che tradotto vuol dire proprio cattura, mentre throw vuol dire getta o gettare mentre try la troviamo anche come processare oppure verificare ecc….


L’ eccezione possiamo gestirla da dentro il main oppure da dentro una funzione vediamo un uso dentro il main() quando chiamiamo la funzione catch la variabile che uso ER non è importante, ma serve a noi per leggere il tipo errore, ma è importante il tipo di dato emesso da throw che nel nostro caso è double se nella funzione catch inserite int anzi che double il compilatore VS2015 da errori e esce una finestra per le eccezioni di errore vedete l’istruzione cout quella non verrà mai eseguita finche’ c’è l’ istruzione throw ecco il programma anzi che usare cout uso cerr che serve proprio per la gestione degli errori cerr si usa uguale a cout :


#include<iostream> using namespace std; int main() { cout << " inizio delle eccezioni \n";

try {

cerr << "\n Qui siamo dentro il blocco try e lanciamo una eccezione di tipo\n double 10.2 ora il programma trova l'istruzione [ throw 10.2 ] ";


throw 10.2; cerr << " NUOVA ISTRUZIONE che viene saltata "; }


catch (double ER) { cerr << "\n con [ catch (double ER) ], (double ER) raccoglie il tipo\n di errore lanciato da throw, ER e'usato come variabile \n"; cerr << " Abbiamo raccolto l'errore numero ER: " << ER << endl;     cerr << "\n Puo seguire altre istruzioni sul tipo di errore\n e come risolvere il problema.\n"; }


cout << "\n Per USCIRE usiamo [ system (\"pause\") ] con i comandi di try\n si esce direttamente come se ci fosse un exit(1) \n "; system("pause"); }


Effettivamente se si toglie throw, basta mettere come se fosse un commento, vedete cambia tutto il risultato troviamo la NUOVA ISTRUZIONE e subito dopo l’ istruzioni per l’ uscita, ora non c’è traccia di catch e delle sue istruzioni.


Ora lo stesso programma ma try throw e catch tutto dentro una funzione tER è tipo_errore , se abbiamo la condizione tra if (tER) throw tER; con le chiamate delle funzioni funzione(3); funzione(5.1); funzione(0); funzione('z'); tutte sono chiamate eccetto la funzione (0); , per funzione(‘z’); abbiamo il numero 122 che corrisponde al carattere z se cambiate il carattere cambia anche il numero anche tra caratteri maiuscoli e minuscoli per far funzionare il mio programma copiato o incollato ricordate di spostare using namespace std; sotto l’ #include :


#include<iostream> using namespace std;


void funzione (int tER)


{ try


{ cerr << "\n Qui siamo dentro il blocco try dentro la funzione ora\n lanciamo una eccezione di tipo tER ora il programma \n trova (tipo ERRORE = tER )tramite l'istruzioni \n [ if(tER) throw tER ] ";

if (tER) throw tER;

} catch (int ER) { cerr << "\n con [ catch (double ER) ], (double ER) raccoglie il tipo\n di errore lanciato da throw, ER e'usato come variabile \n"; cerr << " Abbiamo raccolto l'errore numero ER: " << ER << endl;


cerr << "\n (Puo seguire altre istruzioni sul tipo di errore\n e come risolvere il problema.) \n"; } }


int main() { cerr << " inizio delle eccezioni \n";


funzione(3); funzione(5.1); funzione(0); funzione('z');


cout << "\n Per USCIRE usiamo [ system (\"pause\") ] con i comandi di try\n si esce direttamente come se ci fosse un exit(1) \n "; system("pause"); }


Come si vede dal risultato ogni volta che la funzione è chiamata viene inizializzata, poi secondo il confronto viene scritta o meno l’ istruzioni seguenti all’ if, con la funzione 0 la parte di catch non viene eseguita


Possiamo utilizzare più istruzioni catch legate ad un comando try anche qui si deve avere un tipo di overload ovvero non possono essere uguali ad esempio possiamo vedere un throw che lavora su diversi tipi pertanto dobbiamo raccogliere diversi tipi di errori sviluppiamo il nuovo programma che grosso modo è simile a quello già sviluppato in precedenza ovvero viene inserito poche differenze vedete tutto quello racchiuso dentro le righe è la nuova modifica che è segnato con il marcatore tutto il resto rimane come prima, l’ errore lo genera il comando della funzione (0); :


#include<iostream> using namespace std;


void funzione (int tER)


{ try { cerr << "\n Qui siamo dentro il blocco try dentro la funzione ora\n lanciamo una eccezione di tipo tER ora il programma \n trova (tipo ERRORE = tER )tramite l'istruzioni \n [ if(tER) throw tER ] ";


if (tER) throw tER; else throw "\n[ NEW ERRORE funzione(0) NEW ] \n"; }


catch (int ER) { cerr << "\n con [ catch (double ER) ], (double ER) raccoglie il tipo\n di errore lanciato da throw, ER e'usato come variabile \n"; cerr << " Abbiamo raccolto l'errore numero ER: " << ER << endl;

cerr << "\n (Puo seguire altre istruzioni sul tipo di errore\n e come risolvere il problema.) \n";


} catch (char * stringa)

{ cerr <<"\n----------------------------------------------"<< "\n\n con [ catch (char * stringa) ], raccoglie \n il tipo di errore lanciato da throw,\n nell' [else throw \" NEW ERRORE funzione(0) NEW \"] \n e raccogliamo l' errore \n "; cerr << stringa; cerr << "\n Abbiamo raccolto il nuovo errore\n\n"<<"-----------------------------------------------\n"; }


} int main() { cerr << " inizio delle eccezioni \n"; funzione(3); funzione(5.1); funzione(0); funzione('z');


cout << "\n Per USCIRE usiamo [ system (\"pause\") ] con i comandi di try\n si esce direttamente come se ci fosse un exit(1) \n "; system("pause");}


Possiamo raccogliere tutti i tipi di eccezioni senza dover avere per forza un specificato tipo, di solito l’ utilizzo di questo tipo di raccolta di errori viene fatto per ultimo come se fosse il default del comando switch case per la raccolta usiamo il comando catch(…){blocco catch} proprio i 3 puntini acconsente


qualsiasi tipo di dato ecco un programma sviluppato come è possibile vedere con una sola istruzione catch(…) posso avere 4 tipi diversi di dati :


#include<iostream> using namespace std;


void funzione (int tER) { try


{ cerr << "\n Qui siamo dentro la funzione ora lanciamo una eccezione \n";


if (tER == 10) throw tER;      if (tER == 20) throw 'E';


if (tER == 30) throw 1.20;     if (tER == 40) throw 67; } // nota


catch (...) { cerr << " catch raccoglie: "; } }


int main() { cout << " inizio delle eccezioni \n";


funzione(10); cerr << "{ Errore N 10 = intero da variabile } \n";

funzione(20); cerr << "{ Errore N 20 = carattere } \n";

funzione(30); cerr << "{ Errore N 30 = double } \n";

funzione(40); cerr << "{ Errore N 40 = intero da numero }\n";


cout << "\n\n [ Per USCIRE (1 tasto+invio) ] "; char a; cin>>a ; }


Era possibile usare anche 2 istruzioni catch per raccogliere solo la prima e l’ ultima ovvero la variabile tER (tipo_Errore) e l’ ultima il numero intero tutto il resto poteva essere raccolto con la catch(…) basta inserire questa nuova catch(int) prima della catch(…) e alla fine del blocco try nel punto dove su ho scritto //nota ecco il testo da inserire vediamo che i numeri interi passeranno per questa nuova istruzione :


catch (int) { cerr << "\n ---> raccolta numero intero ---> \n"; }


Un’ altro modo per usare le eccezioni è avere un elenco tipi dentro la funzione grazie alla definizione che può essere inserita dentro la stessa funzione dopo la normale funzione possiamo inserire throw(tipo1,tipo2, ecc.. ) ritorniamo alla nostra funzione che abbiamo sempre usato e la modifichiamo: void funzione (int tER) throw(int,char,double) cosi throw riconosce solo i tipi descritti dentro le parentesi però non è veloce e comodo vediamolo in dettaglio con il solito programma ad ogni chiamata di funzione corrisponde un suo try(funzione ()) e un suo catch(tipo){istruzioni} :


#include<iostream> using namespace std;


void funzione (int tER)throw(int,char,double )

{ cerr << "\n Qui siamo dentro la funzione ora lanciamo una eccezione \n";

if (tER == 10) throw tER;      if (tER == 20) throw 'E';         
 
 
  if (tER == 30) throw 1.20;           if (tER == 40) throw 67;


} int main() { cout << " inizio delle eccezioni \n";


try { funzione(10); } catch (int i)
{ cerr << "\n raccolta numero intero > " << i << "\n";
cerr << "{ Errore N 10 = intero da variabile } \n"; }


try { funzione(20); } catch (char c)
{ cerr << "\n raccolta numero char > " << c << "\n";
cerr << "{ Errore N 20 = carattere } \n"; }


try { funzione(30); } catch (double d)
{ cerr << "\n raccolta numero double > " << d << "\n";
cerr << "{ Errore N 30 = double } \n"; }


try { funzione(40);} catch (int i)
{ cerr << "\n raccolta numero intero > " << i << "\n";
cerr << "{ Errore N 40 = intero da numero }\n"; }


cout << "\n\n [ Per USCIRE (1 tasto+invio) ] "; char a; cin>>a ; }


sempre con throw possiamo rilanciare uno stesso errore basta utilizzare throw; vediamo dentro la funzione rilanciamo throw , poi nel main() richiamiamo l’ eccezione tramite catch (int m); :


#include<iostream> using namespace std;


void funzione () { cerr << "\n Qui siamo dentro la funzione \n lanciamo una eccezione:";


try { throw 101; } catch (int i) { cout << " Errore n " << i << "\n"; throw; } }


int main () { cout << " Inizio dell' eccezioni \n";


try { funzione(); } catch (int m) {cout << "\n Raccolta 2a eccezione in main\n Errore n " <<m <<"\n";}


cout<< "\n\n [ Per USCIRE (1 tasto+invio) ] "; char a; cin >> a; }


La cosa migliore per usare le eccezioni è quella di usare le classi in modo che incassa, grazie all’ incapsulamento delle stesse classi, tutte le informazioni che riguarda l’ eccezione e ogni classe deve avere il proprio errore sviluppo un programma cattura errori, se il risultato di una divisione ci porta sotto lo 0.01


allora è errore perché è un numero negativo ecco il programma sviluppato se lo copiate direttamente ricordate per farlo funzionare bisogna spostare almeno using namespace std ; che va sotto l’ #include<iostream> per il resto può rimare uguale altrimenti per ogni graffa aperta o chiusa e dopo ogni punto e virgola si va con la nuova riga, eccetto per le 2 funzioni costruttore inline ecco il rapporto :ho creato la classe classe_errore1 dove si costruisce il rapporto dell’ errore, tipo e numero errore il numero viene catturato da int errore; e successivamente da err , mentre il tipo nome viene catturato dal array char array_errore[80]; poi successivamente sarà arr , poi abbiamo preso 3 variabili per creare la divisione double numero, num1, num2; , con il do {… } while (num1 != 0); ho creato il ciclo finche il primo numero immesso è diverso da 0 si gira , quando num1 è uguale a 0 si esce dentro il try si controlla che il numero ovvero il risultato della divisione non sia minore di 0.01 if (numero <= 0.01) in questo caso throw lancia l’ errore chiamando la funzione costruttore posizionata dentro la classe throw classe_Errore1(numero , " <<< ERRORE questo numero e' negativo\n uguale o minore di 0.01 >>> "); la chiamata è per la classe_Errore1 con catch (classe_Errore1 oe) abbiamo catturato il tipo errore e con lui abbiamo creato l’ oggetto della classe per le chiamate oe cerr << oe.array_Errore << " -" << oe.errore


#include<iostream>      using namespace std;

class classe_Errore1{ public:

int errore; char array_Errore [80];

classe_Errore1() { errore = 0; *array_Errore = 0; }


classe_Errore1(int err , char *arr) { strcpy(array_Errore , arr);     errore = err;      }   };

int main () { double numero, num1, num2; do {


cout << " > Cattura errori che sono i numeri negativi \n i numeri positivi non sono errori <\n\n { per numeri negativi si considera numeri sotto lo 0.01 } \n " <<"\t <[[per uscire dal ciclo immettere 0]]>\n";

try { cout << "\n Immettere due numeri positivi:\n" <<" immettere primo numero "; cin >> num1;


cout << " ... secondo numero "; cin >> num2; system ("cls");


cout << "calcolo divisione... tra " <<num1 << " / "<<num2<<"\n" ;


numero = num1 / num2; cout << "\n\n risultato [" << numero <<"]\n\n";


if (numero <= 0.01) { cout << endl;


throw classe_Errore1(numero , " <<< ERRORE questo numero e' negativo\n uguale o minore di 0.01 >>> ");


} } catch (classe_Errore1 oe)


{ cerr << oe.array_Errore << " -" << oe.errore << "\n\n"; }


} while (num1 != 0);


system("cls"); cout << "\n\n USCITA [premere un tasto+ invio] "; char zx; cin >> zx; }


Quando si usa eccezioni per classi derivate da classi base bisogna prima raccogliere le eccezioni per la classe derivata poi si deve raccogliere gli errori per la classe padre, conseguenza se si raccoglie prima le eccezioni tramite la funzione catch quella della classe padre poi il catch non leggerà più errori nella classe figlia perché in catch ogni classe padre o base risponde ad una classe figlia o derivata ogni catch della classe primaria raccoglie errori anche per la classe secondaria


Nel caso che una eccezione lanciata da throw non viene trovata ecco che il compilatore o il sistema stesso richiama le funzioni void unexpected(); e void terminate(); queste funzioni fanno parte della libreria std del C++tramite l’header <exception>, normalmente quando una funzione lancia un errore non consentito da throw il compilatore richiama la funzione unexpected(); che richiama la funzione terminate();. Quando il sistema non trova l’ istruzione catch corrispondente a quel tipo di errore, oppure quando il programma rilancia errori che non ci sono, allora viene richiamata la funzione terminate (); che richiama la funzione abort(); che serve per uscire da un qualsiasi programma in qualsiasi circostanza di errore


Ciao grazie da ByMpt-Zorobabele
Testo PDF aggiornato con questo ultimo capitolo inserito lo trovate :

http://www.freeforumzone.com/d/11266858/Elenco-figure-dei-comandi-della-programmazione-C-TESTO-PDF/discussione.aspx



Anche qui di queste discussioni che inserisco faccio un testo PDF da poter scaricare tutto il mio materiale è da utilizzare come desiderate per il testo PDF vedi cartella dedicata , ogni volta cambia ubicazione del testo allora cambio il file e il testo lo inserisco


dentro la cartella < file aggiornato ad oggi >

http://www.freeforumzone.com/d/11266858/Elenco-figure-dei-comandi-della-programmazione-C-TESTO-PDF/discussione.aspx

Vote: 151.00111
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:51 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com